Docente

Peter Stark

Home > Docenti > Peter Stark

Peter Stark

Residenze - altro

Biografia

Peter Stark ha diretto molte delle più importanti orchestre del mondo, tra cui la London Symphony Orchestra e la Malaysian Philharmonic Orchestra, e ha assistito direttori iconici come Pierre Boulez, Sir Colin Davis, Bernard Haitink e Klaus Tennstedt.

In qualità di professore di direzione d’orchestra al Royal College of Music e di direttore delle prove dell’Orchestra Giovanile dell’Unione Europea, la reputazione di Peter come consulente e formatore è rinomata. Attualmente gode di una reputazione mondiale sia nell’esecuzione che nell’insegnamento, recentemente in Cina, Giappone, Norvegia, Russia e in tutti i paesi europei. È direttore principale dell’Arabian Youth Orchestra e direttore principale ospite della Singapore National Youth Orchestra.

La partecipazione di Peter alle due serie della BBC 2 “Maestro” ha ulteriormente intensificato il suo profilo mediatico. Egli afferma che la musica e i suoi benefici per l’umanità sono la sua forza motrice.

Violinista professionista per dieci anni (molti dei quali trascorsi come primo violino) e allenatore delle principali orchestre giovanili d’Europa, Peter ha una conoscenza completa del suono degli archi. Ha anche un’ampia conoscenza della postura e dell’uso del corpo (attraverso la Tecnica Alexander) e ritiene che questo aspetto sia cruciale per lo sviluppo e l’apprendimento di qualsiasi studente direttore d’orchestra.

La psicologia della leadership è la terza area centrale del lavoro di Peter; attualmente sta facendo ricerche per un libro su come i direttori d’orchestra lavorano con le loro orchestre per ottenere i migliori risultati. Il suo profilo mediatico include il ruolo di consulente di serie per le due serie Maestro e Maestro at the Opera della BBC2, dove ha presieduto all’insegnamento di “studenti” famosi, e poi come commentatore del Maestro Cam per i BBC Promenade Concerts. Attualmente è impegnato nella stesura di un manuale sull’arte della direzione d’orchestra. Il profilo pubblico offerto dal lavoro mediatico di Peter sta portando a ulteriori opportunità di esercitare la sua ambizione di promuovere la “musica per tutti”.