Stauffer Summer Music Festival

Home > Festival

Stauffer Summer Music Festival

Un festival multiculturale, sostenibile, accessibile, ideato per celebrare le diverse culture musicali del mondo con grandi artisti internazionali e i migliori giovani talenti dell’Accademia Stauffer, in una location d’eccezione: il Giardino di Palazzo Stauffer, la sede dello Stauffer Center for Strings. Protagonisti gli strumenti ad arco.

Una rassegna di 6 concerti offerti dalla Fondazione Stauffer ad ingresso libero su prenotazione per avvicinare il pubblico alla grande musica con un approccio inclusivo in un contesto intimo e suggestivo, con una platea dedicata di 100 posti a sera.

Sul palco: l’Ensemble intercontemporain, Giuseppe Gibboni e Miriam Prandi, Aleksey Igudesman e Roby Lakatos, Kayhan Kalhor ed un gruppo di artisti provenienti da tutto il mondo presentati dal Morgenland Festival Osnabrück, al fianco di allievi ed ex-allievi dell’Accademia Stauffer.

Tra i partner culturali del Festival: il FAI e la Leica Akademie Italy.

Dall’8 al 16 luglio 2022, verranno presentati sei concerti d’eccezione: una rassegna per celebrare le diverse culture musicali del mondo attraverso gli strumenti ad arco, pensata per un pubblico ampio e vario, dai cremonesi ai visitatori internazionali, dai giovani agli appassionati. Oltre a un programma musicale di straordinaria qualità artistica, tanti gli elementi di unicità di questo festival, patrocinato dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dal Ministero della cultura, dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, la Regione Lombardia, la Provincia di Cremona, il Comune di Cremona, il Consolato Generale di Svizzera a Milano e l’Institut Français. Fra questi elementi: la location, con una platea di 100 posti immersa nel verde di uno splendido giardino privato e la formula ad ingresso libero, una rara opportunità nel contesto dei festival musicali italiani di questo livello, offerta dalla Fondazione Stauffer, una delle principali istituzioni private in Italia per la promozione della cultura musicale.

Proponiamo un’idea diversa di festival musicale, con l’obiettivo di offrire alla cittadinanza tutta un’esperienza culturale stimolante in un contesto unico” dichiara Paolo Petrocelli, Direttore Generale dell’Accademia Stauffer e ideatore del Festival. “Presentiamo con coraggio un programma musicale capace di andare al di là di tutti i confini culturali e linguistici, per riunire attorno all’eccellenza artistica grandi musicisti internazionali, giovani talenti provenienti da tutto il mondo ed un pubblico il più possibile eterogeneo e trasversale”.

 

La Fondazione Stauffer dedica il Festival alla memoria di Andrea Mosconi, personalità eccellente della scena culturale cremonese, protagonista assieme al Maestro Salvatore Accardo della nascita del progetto dell’Accademia Stauffer, che da più di 35 anni, forma i migliori giovani strumentisti ad arco.

Con questa rassegna estiva, la Fondazione ha voluto aprire ai concittadini ed agli ospiti, la sede dell’Accademia così che essa non sia solo il luogo dell’alta formazione musicale per strumentisti ad arco, ma anche un luogo di bellezza a disposizione della città” dichiara Alessandro Tantardini, Presidente della Fondazione Stauffer. “Tutto ciò è possibile grazie alla generosità ed alla lungimiranza del Fondatore Walter Stauffer, ma non va dimenticato, ma anzi ricordato con piacere ed affetto, chi ha pensato e fatto nascere l’Accademia: Andrea Mosconi, persona intelligente, elegante e riservata. Per questo vogliamo dedicare a lui la prima rassegna estiva”.

 

Protagonisti del Festival saranno alcuni tra i più grandi artisti internazionali assieme ai migliori allievi ed ex-allievi dell’Accademia Stauffer, istituzione considerata punto di riferimento al mondo per l’alta formazione degli strumentisti ad arco. Sul palco si esibiranno Aleksey Igudesman, violinista poliedrico, a fianco di Roby Lakatos, leggenda del violinismo gitano, il violinista Giuseppe Gibboni (vincitore del Concorso Paganini 2021) e la violoncellista Miriam Prandi, due ex-allievi di punta dell’Accademia Stauffer oggi musicisti di fama internazionale, i solisti dall’Ensemble intercontemporain (il più importante gruppo di musica contemporanea al mondo) e gli artisti del Morgenland Festival Osnabrück, tra le manifestazioni più importanti sulla scena internazionale per la promozione della musica colta orientale.

La collaborazione con il Morgenland Festival

La collaborazione con il Morgenland Festival conferma l’impegno dell’Accademia Stauffer nel richiamare a Cremona le migliori energie della comunità musicale mondiale a supporto delle giovani generazioni, per promuovere una visione artistica sempre più aperta e multiculturale. Durante lo Stauffer Festival, infatti, gli artisti del Morgenland (provenienti da paesi quali Siria, Iran, Israele, Libano etc) saranno impegnati in qualità di docenti nella realizzazione del Morgenland Campus, uno speciale programma di formazione aperto a giovani strumentisti ad arco provenienti da tutto il mondo pensato per esplorare i linguaggi musicali tra Oriente e Occidente, che per la prima volta la Stauffer ospiterà negli spazi del Center. Saranno proprio i docenti e gli allievi del Campus i protagonisti di 3 concerti in cartellone.

Il programma musicale della prima edizione dello Stauffer Festival si preannuncia quindi come un viaggio sorprendente tra i diversi linguaggi musicali del mondo: dal grande repertorio classico ai linguaggi più inediti della contemporaneità, dalla musica del folklore occidentale fino a quella affascinante del vicino oriente.

La collaborazione con il FAI

Si rinnova la collaborazione tra la Fondazione Stauffer e la delegazione FAI di Cremona. Come partner culturale del Festival, il FAI organizzerà per il pubblico del Festival delle visite guidate di Palazzo Stauffer (uno dei siti più visitati in Italia durante le Giornate di Primavera 2022 del FAI) a partire dalle ore 20:00 prima dell’inizio dei concerti.

La collaborazione con Leica Akademie Italy

 Altro partner culturale sarà Leica Akademie Italy, l’accademia di formazione della grande casa fotografica tedesca. Durante le giornate del Festival, dal 12 al 16 luglio, Leica Akademie organizzerà la Masterclass “Vedere la musica, ascoltare le immagini” che porterà alla realizzazione di un prezioso racconto per immagini dell’intera manifestazione artistica. Cinque giorni accompagnati da due grandi maestri della fotografia musicale: Guido Harari, uno dei più grandi fotografi e giornalista musicale, e Claudia Ioan, fotografa professionista musicale e di scena.

Il programma

Venerdì 8 luglio, ore 21:00

Fuori dalle Corde

Concerto Ensemble intercontemporain

Il concerto inaugurale dello Stauffer Summer Music Festival vedrà sul palco i solisti dell’Ensemble intercontemporain Diego Tosi (violino) e John Stulz (viola), artisti specializzati nel repertorio del XXI secolo, affiancati dalla partecipazione di giovani allievi Stauffer. La serata, dal titolo “Fuori dalle Corde”, sarà il culmine della residenza artistica dell’Ensemble presso la Stauffer e un’occasione preziosa per scoprire i linguaggi sperimentali della musica colta dei nostri giorni.

PRENOTA

 

Martedì 12 luglio, ore 21:00

Virtuosi

Gli alumni dell’Accademia Stauffer in concerto

Segue martedì 12 luglio il secondo concerto dal titolo “Virtuosi”. Sul palco due tra i più affermati ex-allievi dell’Accademia Stauffer: il violinista Giuseppe Gibboni, allievo del Maestro Salvatore Accardo e vincitore del Concorso Paganini 2021 e la violoncellista Miriam Prandi, allieva dei Maestri Rocco Filippini e Antonio Meneses, già solista con alcune tra le più importanti orchestre al mondo.

PRENOTA

 

Mercoledì 13 luglio, ore 21:00

East meets West

Incontri musicali tra Oriente e Occidente

Mercoledì 13 luglio si terrà il primo concerto in collaborazione con il Morgenland Festival. Solisti di fama internazionale e giovani musicisti guideranno il pubblico in un’esperienza musicale unica in viaggio tra Oriente e Occidente, tra musica composta e improvvisazione, al di là delle barriere che dividono le culture del mondo.

 PRENOTA

 

Giovedì 14 luglio, ore 21:00

Kayhan Kalhor & Friends

La leggenda della musica persiana

Giovedì 14 luglio sarà protagonista una vera e propria leggenda musicale del nostro tempo, Kayhan Kalhor. Nominato per tre Grammy Awards e vincitore nel 2017, Kayhan Kalhor è un virtuoso curdo-iraniano del kamānche (violino a spillo). Attraverso le sue numerose collaborazioni musicali internazionali (tra tutte quella con il violoncellista Yo-Yo Ma) ha contribuito a rendere la musica persiana popolare in tutto il mondo, nobilitando questo affascinante strumento tradizionale. Per la prima volta a Cremona, Kalhor porterà in scena la sua distintiva forza creativa, un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti della musica.

PRENOTA 

 

Venerdì 15 luglio, ore 21:00

Strings Around the World     

Aleksey Igudesman & Roby Lakatos in concerto con

Gábor Ladányi (chitarra), Vilmos Csikos (contrabbasso)

e gli allievi dell’Accademia Stauffer

Il quinto appuntamento della rassegna vede sul palco Aleksey Igudesman, star internazionale del violino, famoso per la sua tecnica sorprendente e per l’energia che porta sul palco, mescolando musica colta e popolare, rompendo ogni barriera tra i generi musicali. In concerto assieme a lui, il violinista tzigano Roby Lakatos, artista eclettico capace di spaziare dal repertorio classico al jazz, e gli allievi del loro entusiasmante corso “Strings Around the World”.

 PRENOTA

 

Sabato 16 luglio, ore 21:00

Musica oltre i confini

Concerto finale

Il Festival si conclude con un grande concerto che riunisce tutti gli artisti del Morgenland Campus e i loro allievi, presentando al pubblico un programma musicale particolarmente entusiasmante, concepito durante una settimana intensa di workshop e masterclass. Una vera e propria festa della musica per celebrare assieme la conclusione di una stagione accademica piena di novità e sviluppi per l’Accademia Stauffer.

PRENOTA

Gallery